Apartments ŠTIZ | Betina, Murter

 

Apartments ŠTIZ | Betina, Murter - Croatia

BUCCARI (BAKAR)

Benvenuti a Buccari (Bakar), una delle più antiche città dell’Adriatico settentrionale, città che vanta una storia lunga e ricca. Il territorio che vi appartiene si estende dell’omonima baia fino alla vetta del monte Risnjak, per una superficie totale di circa 12560 ettari, e comprende nove paesi: Buccari, Hreljin, Krasica, Kukuljanovo, Plosna, Ponikve, Praputnjak, Škrljevo e Zlobin. Questa antica città portuale rappresenta il punto in cui il Mar Mediterraneo si insinua più profondamente nella terraferma del continente europeo, come una perla racchiusa dall’ abbraccio dell’ampia baia lunga 4 chilometri e mezzo, larga tra i 600 e i 700 e profonda fino ai 40 metri. Bakar è costruita in modo amfiteatrale su una collina, mentre il centro storico è stato proclamato monumento della cultura nel 1968. Il territorio della città era abitato già nel terzo e nel secondo millennio a.C. e vi hanno lasciato traccia sia l’Impero romano che le nobili famiglie croate degli Zrinski e dei Frangipani (Frankopani). Nel 1779 l’imperatrice Maria Teresa ha conferito alla città lo status di libera città regia.

È importante notare come alcuni rappresentanti di questa città abbiano preso parte alla stesura della Legge del Vinodol (Vinodolski zakon), in cui è stato per la prima volta nominato il nome attuale di Buccari. La ricca eredità storica va ricercata pure nell’importante patrimonio culturale costituito dal Castello di Buccari (Bakarski kaštel), dall’Antico castello di Hreljin (Hreljinska gradina), dalla Chiesa di Sant’Andrea (Sveti Andrija) a Buccari (un tempo la terza per ordine di grandezza in Croazia), dalla Casa romana (Rimska kuća) e dalla Casa turca (Turska kuća), dai terrazzi murati nonché da molte altre bellezze e particolarità storico-culturali.

Tra le numerose peculiarità che ivi si possono trovare, vanno senz’altro nominati il vino spumante “Bakarska vodica” e il “bozzulai” – il biscotto di Buccari. Sul territorio della città veniva coltivata la vite Belina, da cui si produceva il noto spumante “Bakarska vodica”. I terrazzamenti risalgono principalmente al XVIII secolo, anche se durante gli anni Cinquanta del secolo scorso sono stati abbandonati per poi venir dichiarati “zona di valore etnografico” e iscritti nel registro dei monumenti della cultura (1972).
Il famoso “bozzulai”, biscotto tipico il cui nome originale è “Bakarski baškot”, è un prodotto di pane fresco o tostato a forma circolare, e che una volta si soleva portare con sé in occasione di lunghi viaggi per mare, per inzupparlo tradizionalmente nel vino.
Bakar è particolare anche per i suoi vicoli stretti e le sue piazze, testimoni di un’affascinante st ria dei secoli passati. Osservando il mare, vedrete scorrere davanti ai vostri occhi le navi di tanti popoli che sono arrivati qui in veste di navigatori o commercianti: gli Illiri, i Celti, i Greci, i Romani, i Bizantini, i Veneziani e i Croati, ivi giunti nel VII secolo.

Non esistate: venite a Buccari e visitate tutte le località dell’entroterra, andate alla scoperta della sua ricca storia e del suo patrimonio culturale.

Speriamo che il vostro soggiorno nella nostra città sarà piacevole e che la forza del glorioso passato che qui potrete rivivere ad ogni passo, risveglierà la vostra curiosità e vi farà ritornare un’altra volta.

LE PISTE CICLABILI “BAKAR BIKE”

In caso aveste voglia di esplorare il largo territorio della città di Buccari e le sue bellezze naturali, vi suggeriamo di farlo in bicicletta. Sono ben 9 le piste tracciate con più di 160 chilometri, situate nei boschi secolari, sui prati erbosi o sui pendii ricoperti da bassa vegetazione, e di cui ognuna vi racconterà la propria storia. Seppure alcune di esse siano più impegnative, visto il dislivello che le caratterizza, tutte quante le piste offrono dei momenti emozionanti e indimenticabili.

 

 

 

 

 

 

 

LA PASSEGGIATA “PUT GRADINE”

La passeggiata “Put Gradine” è lunga circa 1600 m, ha un livello di difficoltà medio-alto, e per percorrerla completamente ci vogliono 20 minuti di camminata leggera. La partenza è sui 300 m sopra il livello del mare, mentre l’arrivo si trova dentro i resti dell’antico castello di Hreljin, a circa 300 m s.l.m. Il punto più basso della passeggiata corrisponde a 272 m. Quest’ultima porta fino all’antico castello di Hreljin che oggi rappresenta i resti dell’antica città medievale situata all’estremo occidente del Vinodol, e che si erge orgogliosamente su una roccia tagliata a picco sovrastante la località di Bakarac. Nel Medioevo la cittavecchia di Hreljin era un importante centro residenziale, commerciale, difensivo e amministrativo. Al giorno d’oggi, parlando di ruderi visibili, sono stati conservati due edifici ecclesiastici: il campanile di San Giorgio (Sv. Juraj) con i resti dell’ononima chiesa, e la chiesa della Beata Vergine Maria (Madonna delle Nevi).
Lungo il percorso che porta all’antico castello di Hreljin si possono ammirare il bellissimo paesaggio naturale e il panorama della Baia di Buccari. Dopo aver camminato per una quindicina di minuti si arriva fino a tre depositi d’acqua, le cosiddette “kalce” o “lokve”. Uno di essi, avente un diametro di 10 m, serviva come punto di abbeveramento per il bestiame, mentre i rimanenti due, più profondi ma di diametro minore, sopperivano esclusivamente ai bisogni umani.
Arrivati al traguardo, si possono vedere i resti dell’antica città di Hreljin e ammirare uno splendido panorama di tutto il Quarnero.

IL TIRO A VOLO “VOJSKO”

Il tiro a volo (la meta è un piattello) è una disciplina sportiva nata sul finire del XIX secolo. Con l’arrivo di bersagli moderni si sono sviluppate pure le seguenti discipline di tiro a segno diventate poi sport olimpici: la fossa olimpica (il trap), il double trap e lo skeet.
Alcuni cacciatori facenti parte di società attive sul territorio di Fiume, Cirquenizza (Crikvenica) e Abbazia (Opatija) e appassionati di tiro a segno, hanno deciso di costruire a Kukuljanovo – accanto al già esistente campo di tiro a segno – un campo nuovo con 15 catapulte e tutti gli altri contenuti necessari ai sensi delle regole stabilite dalla Federazione croata tiro a segno e di quella internazionale (l’ISSF). Il campo si trova sul monte Vojsko, sovrastante Kukuljanovo, ed è stato inaugurato nel 1997.  Se avete voglia di mettere alla prova la vostra precisione e prendere bene la mira, il campo di tiro a segno Vojsko è il posto che fa per voi!

TENIS

Se cercate una via di fuga dal caos cittadino e volete trovare un piacevole rifugio in natura, vi invitiamo a visitare il centro ricreativo di Krasica, che mette a vostra disposizione i campi di tennis nonché di calcetto. Se lo sport non fa per voi, potete sempre dilettarvi in una piacevole passeggiata circondati da bellissimi paesaggi naturali, oppure sedervi sulla terrazza del bar, rilassarvi e godere della splendida vista che dà sul Quarnero.

SPIAGGIA MELIĆ

Questa spiaggia di ghiaia è ideale per famiglie con bambini per l’entrata in acqua poco profonda e per il bosco circostante. Immersa nella tranquillità e nel verde, è frequentata volentieri anche dagli anziani. La spiaggia dispone di doccia.

 

Parco nazionale Massiccio Risnjak
Risnjak è stato proclamato il parco nazionale nel 1953. E' composto dalle numerose cime di montagna, tra le quali la più alta è Veliki Risnjak (1528 altitudine sul livello del mare). La superficie del parco è 3198 ettari e comprende la zona più alta e più interessante del massiccio Risnjak.

In questa zona si intrecciano le diverse clime: la fredda clima alpina, la clima mite dell'Adriatico, le caratteristiche continentali del bassopiano pannonico e la freschezza dei Dinaridi. Considerando le caratteristiche geologiche il parco è la zona del terreno carsico coperto (tranne le cime della montagna) dal bosco e dai prati. E' particolarmente interessante la diffusione della vegetazione, specialmente la diffusione della vegetazione di dolina carsica. Le estati fresche, lunghi inverni nevosi e la precipitazione sono le caratteristiche principali della zona di Risnjak.

 

VANTAGGIO
Grazie alla sua posizione geografica e la buona rete dei percorsi stradali, gli ospiti nello stesso giorno possono godere le bellezze del nostro mare pulito ed azzurro ma anche approffitare la vicinanza delle montagne vicino il lago di Bajer a Fuzine. In un solo giorno e' possibile visitare i Parchi nazionali Risnjak e Plitvice, le isole di Krk, Cres, Losinj o Rab, raggiungere l'Istria, la piu'famosa destinazione turistica di Croazia o la capitale Zagabria, la Slovenia, il nord d'Italia etc.

 

 

 

 

 

 

__

 

 

 

RESTAURANT VALLIS & APARTMENTS BAKAR

Address: Primorje 128/127, Bakar

Ph: +385 95 8191 027

E-mail: vallis.bakar@gmail.com